Pubblicato il giorno Jan 7, 2019

Dr. Giuseppe Iannone - Psicologo

La demenza di Alzheimer è una malattia cronica, progressiva e irreversibile del cervello caratterizzata da declino della memoria, dell´apprendimento, della capacità di ragionamento e da altri sintomi fra cui stati di confusione, cambiamenti di umore e disorientamento spazio-temporale. La malattia ha un inizio subdolo, le persone cominciano a dimenticare alcune cose, per arrivare a non riconoscere nemmeno i familiari e necessitare di aiuto anche per le attività quotidiane più semplici. Nel 99% dei casi la demenza di Alzheimer si manifesta in persone che non hanno una chiara familiarità di malattia. Infatti è solo nell’1% dei casi che un´alterazione genetica ne determina la trasmissione da una generazione all’altra. I questionari standardizzati utilizzati per misurare la cognizione e i test genetici hanno percentuali di accuratezza di circa il 70%, mentre i risultati di uno studio del Dr. C.A. Raji, hanno rivelato che grazie all´ausilio della DTI è possibile diagnosticare la malattia diAlzheimer con un´accuratezza del 95%.
DTI è l´acronimo inglese di Diffusion Tensor Imaging (Imaging con tensore di diffusore, in italiano), una tecnica di neuroimmagine non invasiva che consente di visualizzare il movimento delle molecole d’acqua lungo i tratti di sostanza bianca del cervello (che possiamo immaginare come i cavi telefonici del cervello). Misurare l’integrità della materia bianca attraverso questa tecnica potrebbe favorire una diagnosi e un intervento precoci.
Richiedi preventivo
Messaggio inviato. Ti risponderemo a breve.